Proroga del bonus fiscale edilizia 50% fino al 31.12.2015 - Applicabile anche a impianti di sicurezza

Proroga del bonus fiscale edilizia 50%, applicabile anche a impianti di sicurezza

Dopo essere stato approvato dal Governo nel luglio 2012, è stato prorogato fino al 31 dicembre 2015 il Decreto Sviluppo che ha elevato il bonus fiscale per le ristrutturazioni edilizie, portandolo dal 36% al 50%. E' stato anche raddoppiato il tetto delle spese detraibili, salendo da 48.000 a 96.000 euro.

Chi ristruttura il proprio immobile può usufruire del bonus fiscale per ogni tipo di impianto di protezione, sicurezza, antintrusione, videocitofonia e risparmio energetico!

Come funziona il bonus fiscale edilizia 50%
Dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2015, il bonus permette di detrarre dall’Irpef le spese sostenute per interventi in singole unità abitative e parti comuni di edifici residenziali. La detrazione - con un tetto massimo di spesa di 96.000 euro - viene ripartita in dieci quote annuali costanti.
Come beneficiare del bonus
I pagamenti devono essere effettuati con bonifico bancario o postale "parlante" conservando le ricevute per eventuali richieste degli uffici finanziari.
Nella dichiarazione dei redditi occorre indicare i dati catastali dell'immobile.

Per informazioni di dettaglio, consultare i documenti dell'Agenzia delle Entrate:

Altre spese detraibili
Oltre alle spese strettamente necessarie per l’esecuzione dei lavori, è possibile detrarre anche le spese per:
  • progettazione e prestazioni professionali
  • messa in regola degli impianti(DM 37/2008 - ex legge 46/90)
  • acquisto materiali
  • relazione di conformità
  • perizie e sopralluoghi
  • IVA, bolli e diritti per le concessioni
  • oneri di urbanizzazione.