Vincitori del Premio H d'oro 2013 per la categoria Grandi Infrastrutture - La Secchiaroli Elettronica vince grazie al progetto realizzato presso il Palazzo dei Congressi di Rimini

La fondazione Enzo Hruby

La fondazione Enzo Hruby è stata costituita a Milano nel 2007 e il 10 Marzo2008 haottenuto dalla Prefettura di Milano il riconoscimento nazionale di personalità giuridica ai sensi del D.P.R. 10/02/2000 n. 361. La fondazione non ha finalità di lucro e promuove la realizzazione di studi, ricerche, seminari, convegni, mostre e pubblicazioni sulle tematiche della sicurezza e l’ottimale utilizzo delle tecnologie disponibili, oltre ad offrire un contributo concreto alla protezione del nostro paese assumendosi l’onere della realizzazione di sistemi di protezione e prevenzione degli edifici, beni e opere di particolare valore artistico, storico, culturale e architettonico.

Il premio H d’oro

Il premio H d’oro è oggi il più prestigioso riconoscimento per le aziende d’installazione di sistemi di sicurezza. E’ infatti la prima e unica iniziativa in Italia volta a premiare e promuovere la qualità e la professionalità degli operatori della security, con l’obbiettivo di individuare e valorizzare quelle eccellenze che possono contribuire in maniera tangibile all’innalzamento del livello di cultura tecnico progettuale del settore e contribuire cosi alla creazione di quella cultura della sicurezza di cui si sente sempre più il bisogno.

La giuria quest’anno è stata composta dal presidente della Fondazione il Sig. Enzo Hruby, dal presidente della A.I.P.S Sig. Aldo Coronati, dalla presidente nazionale Obiettivo Famiglia-Federcasalinghe On. Federica Rossi Gasparrini, la direttrice Tecnico CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano Sig.ra Cristina Timò e il direttore di “Sette”, settimanale del Corriere della Sera il Sig. Pier Luigi Vercesi.

Tra le 154 candidature pervenute – di cuila Giuriaha apprezzato l’alto livello qualitativo- le realizzazioni ammesse alla finale sono state 41. L’edizione del 2013 del Premio H d’oro si è chiusa venerdì 11 Ottobre nell’esclusiva cornice di Palazzo Pitti a Firenze con la premiazione dei vincitori delle diverse categorie: beni culturali Ecclesiastici, Edifici storici e beni Museali,Infrastrutture e servizi, residenziale.

Una particolare menzione alla sezione Grandi Progetti all’insegna dell’integrazione che ha portato alla scelta di 11 progetti finalisti, all’interno della quale sono state riconosciute opere importanti come la protezione del porto di Palermo e del pala congressi di Rimini, il palazzo congressi più grande d’Italia con una sala la cui capienza sfiora le 5.000 persone. Nella varietà dei progetti in gara – si va dal campus biometrico al tribunale, al palasport, al porto, al campo fotovoltaico – la caratteristica comune che emerge è la capacità degli installatori di operare con la massima efficacia in contesti anche particolari dal punto di vista strutturale.

La Secchiaroli Elettronica srl si aggiudica il primo premio per questa categoria grazie al progetto realizzato presso il Palazzo dei Congressi di Rimini costituito da un sistema di centralizzazione degli allarmi al quale affluiscono tutti gli eventi provenienti dal sottosistema di rilevazione fumi e gas nonché le immagini di videosorveglianza.

Grazie alla scelta ad una piattaforma integratala Secchiaroli Elettronica srl è riuscita a far convivere vari impianti in modo da facilitare la gestione del sistema, nel palazzo più grande d’Italia.

Un ottimo lavoro della storica ditta riminese nell’area della sicurezza che grazie a questo riconoscimento conferma un’apertura nazionale a una città sempre più viva e dinamica.